Revisione ministeriale ex. articolo 80 cds

Cos'è la revisione ? 

Veicoli, motoveicoli, ciclomotori, tricicli e quadricicli, devono essere tenuti in condizioni tali da garantire la sicurezza e da contenere il rumore e le emissioni nocive entro i limiti stabiliti dalla legge (articolo 79 del Codice della strada). Per questo, devono essere sottoposte a revisione a scadenze prefissate (articolo 80). 
Dal primo gennaio del 2000, anche in Italia le revisioni rispettano le norme comunitarie: la prima verifica deve essere effettuata quattro anni dopo la prima immatricolazione, le successive ogni due anni. 
Il termine entro cui deve essere effettuata la prima revisione è determinato dal mese in cui è stata rilasciata la carta di circolazione (e non dall'ultimo numero della targa come avveniva in passato). Se l'auto è stata reimmatricolata, le date da prendere in considerazione sono l'anno di prima immatricolazione e il mese in cui è stata rilasciata la nuova carta di circolazione. 
Il termine per le revisioni successive, invece, è determinato dal mese in cui è stato eseguito il controllo precedente. 
Una revisione effettuata come impone la legge è composta da ben 60 controlli, che richiedono almeno 20 minuti. Se il test dura di meno, quasi certamente l'operatore non lo ha svolto in modo serio, per cui non avrete alcuna garanzia che la vostra vettura sia sicura, per cui avrete sprecato i soldi necessari per effettuare la revisione e non potrete dimostrare a un eventuale acquirente che l'auto è in buone condizioni.
Ecco un riassunto delle parti principali che è necessario controllare per sapere se la vettura è in regola: 
- efficienza dei sistemi frenanti
- stato meccanico e gioco dello sterzo
- stato e funzionamento dell'impianto elettrico
- stato e funzionamento di assi, ruote, sospensioni e pneumatici
- stato della carrozzeria (presenza di ruggine, danni al parabrezza)
- funzionalità avvisatore acustico e cinture di sicurezza
- impianto di scarico, con analisi dei gas emessi
- efficienza e regolazione fari
- numero del telaio, con verifica dell'identità del veicolo. 

Intercambio Bombole Metano

E’ utile ricordare a chi si avvicina al carburante metano che secondo quanto disposto dal Ministero dei Trasporti le bombole installate sui veicoli OEM (Original Equipment Manufacturer) equipaggiati all’origine di impianto a metano dal costruttore e rispondenti al regolamento internazionale ECE/ ONU n.110, debbono essere sottoposte a revisione ogni 48 mesi (4 anni) a partire dalla data di prima immatricolazione del veicolo.A seconda del tipo di bombole installate, tali verifiche vanno effettuate ogni 4 o 5 anni:
Bombole di Omologazione (DGM),  : Intercambio bombole ogni 5 anni da installazione
Bombole di Omologazione (R110) : Intercambio bombole ogni 4 anni da installazione